Fandom

Solar Cookers World Network

Willy Multi-Reflect Solar-Cooker I

1,764pages on
this wiki
Add New Page
Comments0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Last updated: 25 April 2016      
Willy Multi-Reflect Solar-Cooker I
Willy cooker 2
Willy cooker 3

The Willy Multi-Reflect Solar-Cooker I is a solar box cooker, designed by John Jordan, that makes use of adjustable reflectors. With its five reflectors, four are removable, with the fifth able to fold down to act as a cover to exploit the oven during downtime with Heat-retention cooking. Well insulated, it has been shown to reach temperatures of 130 °C (266 °F), while outdoor temperatures were only 16 °C (60.8 °F).

Description in Italian by the inventor

Willy chiamato cosi solamente per semplicità, è un forno solare che appartiene alla catogoria BDM 2 Wall Concept IX,(sig.ra Barbara Kerr e Paul Funk_1980_) secondo indicazione del sito SCI che si occupa prevalentemente di stilare una classifica di tutti i forni e cucine solari in base a progetti originali comprese opere di brevetto reali,questo BDM 2 nel corso degli anni è stato progressivamente modificato dal Prof. Cheema nel 1984. Il Prof. Cheema aveva presentato un interessante variazione (BDM 3) già nel 1983. Questo è un riflettore doppio un disegno sulla parte superiore del vetro e un altro che riflettono la luce laterale,Il regime sembra essere interessante e Cheema sostiene di aver raggiunto una temperatura di 206 º C per comparazione 164 º C di un forno ordinario. Ritornano al nostro forno solare Willy, inventato dal Tec. Giordano Giovanni nel 2010, pur appartenendo alla categoria BDM 2/3 ha sviluppato nel suo insieme, delle caratteristiche di non poca importanza tecnica,vale a dire che è stato implementato da ben cinque+uno riflettori....

External links

Also on Fandom

Random Wiki